L’AIDS felino si diffonde agli umani? – Ecco la risposta

La sindrome da immunodeficienza acquisita nei gatti o l'AIDS felino è una condizione in cui un virus colpisce l'animale al punto da comprometterne gravemente il sistema immunitario. Se hai un gatto, potresti già sapere che l'immunodeficienza felina è una delle malattie più comuni dei gatti e anche la più grave, anche se i sintomi possono essere curati e l'animale può vivere per molti anni.

Davanti al nome di questa malattia è normale che molte persone si allarmano e, soprattutto se hanno un felino positivo, si chiedono " l'AIDS felino si diffonde all'uomo? ", ma la risposta è semplice e chiara: l'AIDS felino NON è Infetta gli esseri umani, poiché sono virus diversi. Continua a leggere questo articolo di OneHOWTO per approfondire la risposta a questa domanda e rispondere a molte altre relative a questa malattia felina.

Potrebbe interessarti anche: Come viene trattata l'immunodeficienza felina Indice

  1. Immunodeficienza felina o AIDS felino, è possibile trasmetterla all'uomo?
  2. I sintomi dell'AIDS nei gatti
  3. Infezione da virus dell'immunodeficienza felina
  4. Diagnosi di AIDS felino
  5. Come trattare l'immunodeficienza felina

Immunodeficienza felina o AIDS felino, è possibile trasmetterla all'uomo?

FIV o virus dell'immunodeficienza felina è un lentivirus che colpisce solo i felini. Sì, è la stessa malattia di cui possono soffrire gli esseri umani, ma l'AIDS felino è causato da un virus diverso, quindi l'AIDS nei gatti non è contagioso per l'uomo . Vale a dire, sebbene si soffra di AIDS e in entrambi i casi le difese diminuiscono notevolmente e il deterioramento dell'organismo è lo stesso, l'agente eziologico è diverso e quello dei gatti non colpisce le persone e quello degli umani non le colpisce. essi. Pertanto, ora che sai che la risposta alla domanda se l'AIDS felino è contagioso per le persone è negativa, non dovresti preoccuparti affatto di vivere con un gatto con questa malattia.

Inoltre, si deve sapere che a causa della sua forma di trasmissione colpisce principalmente i gatti adulti non sterilizzati . Allo stesso modo, sebbene la prevenzione sia la cosa migliore, in questo caso non esiste ancora un vaccino per l'AIDS felino, quindi è meglio cercare di evitare il contatto tra animali sani e infetti. È importante sapere che vivere con un gatto positivo alla FIV non significa che ci prenderemo cura di un gatto che è sempre malato e che non vivrà a lungo. Sebbene l'aspettativa di vita sia difficile da prevedere, poiché dipende dalla risposta del sistema immunitario dell'animale e dalle sue condizioni generali, un gatto che risponde bene al trattamento del sistema immunitario può vivere una vita felice e lunga come qualsiasi altro.

I sintomi dell'AIDS nei gatti

La FIV, come l'HIV nelle persone, può trascorrere molto tempo, anche anni, in uno stato latente, cioè l'animale potrebbe non mostrare sintomi per un lungo periodo di tempo. Ma quando inizia a esserci una diminuzione significativa dei linfociti T e il sistema immunitario inizia a indebolirsi, è allora che compaiono i primi segni. Pertanto, tra i sintomi dell'AIDS felino , o sindrome da immunodeficienza acquisita nei gatti, possiamo trovare i seguenti:

  • Mancanza di appetito.
  • Gengivite.
  • Stomatite.
  • Perdita di peso.
  • Congiuntivite.
  • Febbre.
  • Diarrea.
  • Perdita di memoria e deterioramento mentale.
  • Mancanza di lucentezza nei capelli.
  • Infezioni ricorrenti.
  • Problemi di fertilità.
  • aborti.
  • Presenza di altre malattie comuni e facili ricadute, come il raffreddore.

Infezione da virus dell'immunodeficienza felina

La FIV non è contagiosa per l'uomo, ma si trasmette molto facilmente tra gatti e qualche tempo dopo l'infezione finisce per produrre la sindrome nota come AIDS felino.

Perché ci sia contagio dell'AIDS felino, è necessario che avvenga attraverso un flusso e che la concentrazione del virus in esso sia sufficiente, poiché se c'è poca concentrazione, la trasmissione non avviene. Di solito si trasmette per contatto di un gatto sano con il sangue e la saliva di un gatto infetto da FIV .

Il modo più comune in cui un felino entra in contatto con questi fluidi di un altro felino è attraverso i morsi, quindi la via principale sono i morsi di un gatto infetto da FIV . Questo contagio può poi verificarsi quando i gatti combattono o durante la riproduzione, poiché durante il corteggiamento possono combattere e durante la monta i maschi di solito mordono le femmine sulla parte posteriore del collo. Non è dimostrato che ci sia contagio attraverso la poca saliva che può rimanere nelle mangiatoie e negli abbeveratoi o leccando un altro felino.

D'altra parte, sono stati molti i casi in cui i gatti trasmettono il virus ai loro cuccioli durante la gravidanza e l'allattamento .

Diagnosi di AIDS felino

Se sospetti che il tuo compagno felino possa avere questa malattia, è fondamentale che tu vada dal veterinario il prima possibile in modo che possa eseguire i test necessari e diagnosticarla. Allo stesso modo, il veterinario può rilevarlo durante i controlli periodici.

La diagnosi di immunodeficienza felina viene effettuata attraverso l'osservazione dei sintomi che l'animale presenta, l'esame obiettivo e vari test specifici per rilevare la FIV o FIV. A volte, per essere completamente sicuri, è necessario fare più di un test o inviare i test al laboratorio, poiché nelle cliniche non è sempre possibile eseguirli bene.

Come trattare l'immunodeficienza felina

La FIV stessa non ha trattamento, ma i sintomi vengono curati e il sistema immunitario viene rafforzato. Per curare l'AIDS nei gatti , i veterinari di solito prescrivono regolarmente antibiotici e farmaci antimicrobici per prevenire e controllare le infezioni, principalmente batteriche, che di solito si verificano a causa della debolezza delle difese dell'animale. Infatti, se un gatto muore di AIDS, è proprio per le malattie secondarie che può contrarre a causa di questa debolezza.

Per i gatti che presentano sintomi di infiammazione, come stomatite o gengivite, lo specialista prescriverà anche farmaci antinfiammatori . Solitamente viene anche prescritta una dieta ipercalorica , poiché a causa del deterioramento che subiscono hanno la tendenza a dimagrire e l'organismo ha bisogno di nutrienti in quantità e qualità per migliorare le sue difese e le sue condizioni generali.

Seguendo le raccomandazioni del veterinario, che di solito includono le suddette, i gatti positivi all'AIDS felino hanno solitamente una vita normale e lunga, anche se tutto dipende da caso a caso.

Se desideri leggere altri articoli simili a L'AIDS felino è contagioso per l'uomo? – qui la risposta , ti consigliamo di entrare nella nostra categoria Animali.

Related Stories

Llegir més:

Trattamento della malattia infiammatoria intestinale nei cani

Una delle malattie più comuni nei cani ha a che fare con una...

Sintomi e trattamento dell’insufficienza cardiaca nei cani

I problemi cardiaci nei cani sono più comuni di quanto si pensi, specialmente...

Sintomi di allergia alimentare nei cani – 7 passi

Pensi che il tuo cane non si senta bene? Proprio come le persone...

Sindrome di Cushing nei cani: sintomi e trattamento

I cani, come gli esseri umani, sono soggetti a determinate malattie, dovute a...

Un cane con diarrea può essere deworm?

Sverminare il tuo cane è qualcosa che non puoi lasciar andare e che...

La leishmaniosi dai cani agli umani è diffusa? –...

La leishmaniosi o leishmaniosi canina è una delle malattie più comuni nei cani...